Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

miele

Una delle spie degli effetti negativi dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale è la drammatica diminuzione delle api. Dopo l’uso massiccio dei pesticidi, i cambiamenti climatici rappresentano una delle maggiori minacce per gli impollinatori, da cui dipende oltre il 70% della produzione agricola per la nostra alimentazione (fonte: Wwf).

L'aumento della temperatura del pianeta incide infatti molto negativamente sulla loro salute e sulla produzione di miele: le siccità che sempre di più diventano croniche in molti paesi (impedendo ai fiori di secernere polline e nettare e quindi alle api di produrre miele e di svolgere il loro ruolo di impollinatori ndr) o, al contrario le primavere prolungate a cui assistiamo di anno in anno (che al contrario portano le api a un’iperproduttività che le mette sotto stress ndr) compromettono l’esistenza stessa di questa specie. Inoltre queste alte temperature alterano i rapporti tra le api e le fioriture mettendo a rischio le loro fonti di cibo (alberi, fiori, piante) e anche le nostre.

L’intreccio fra i cambiamenti climatici e l’aumento delle disuguaglianze, in un mondo che in pochi decenni ha visto triplicare la sua popolazione, mette a forte rischio la stabilità degli ecosistemi e il diritto ad una vita degna per un numero crescente di persone. La risposta a questa sfida globale è per COSPE data da una conversione ecologica dell’economia e degli stili di vita, delle relazioni fra i generi e con la natura.
COSPE infatti lavora da sempre, in tanti paesi del mondo, a fianco di contadini, contadine, produttori, per la riduzione dei danni portati dai cambiamenti climatici (siccità, alluvioni, desertificazione) attraverso tecniche di agricoltura ecologica, la difesa della terra e dell’acqua, la valorizzazione dei territori.
In particolare nel Regno di Eswatini, Africa australe, gli eventi climatici legati El Niño, hanno causato diminuzione di raccolti, abbassamento della produzione di cereali e un forte aumento del prezzo dei prodotti alimentari. Qui lavoriamo con 2000 tra contadini, allevatori e apicoltori, in 23 comunità della Lubombo Region per migliorare la vita della popolazione rurale, attraverso l’uso di pratiche agricole ecologiche, il rafforzamento delle competenze tecniche e l’utilizzo di varietà locali di sementi.

Scopri di più del nostro progetto sul sito cospe.org

“Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita”

Albert Einstein

 
 
 
 

Perché sostenerci?

Sostenere COSPE onlus significa fare un’azione concreta e partecipare al cambiamento della vita per molte donne, uomini e bambini.

Perché ci impegniamo ogni giorno per la costruzione di un mondo più equo in cui la diversità sia considerata un valore. Siamo accanto a bambine e donne discriminate e vittime di violenza, lavoriamo insieme alle comunità locali che vengono deprivate delle risorse per assicurare loro un reddito dignitoso, difendiamo il pianeta dall’impatto dei cambiamenti climatici tramite la promozione dell’uso sostenibile del territorio, la protezione degli habitat naturali e della biodiversità. E tu puoi vivere con noi questo cambiamento!

Il tuo sostegno è prezioso per cambiare e migliorare la vita delle persone con cui lavoriamo in Italia e nel mondo.
Siamo un’associazione laica ed indipendente che da trentacinque anni lavora a fianco di migliaia di donne e di uomini per un cambiamento che assicuri lo sviluppo equo e sostenibile, il rispetto dei diritti umani, la pace e la giustizia tra i popoli.
 
 
 
 

Altre modalità di donazione

Puoi sostenere i nostri progetti scegliendo tra le seguenti modalità: